mercoledì 24 luglio 2019 - Fai diventare questo sito la tua Home Page Aggiungi questo sito tra i tuoi preferiti
  Come raggiungerci   Direzione e Segreteria   Vieni a conoscerci...   Le nostre Scuole   Info per i Genitori
  Festa dell'Immacolata   Privacy D. Lgs. 196/2003   Link Utili   Registro elettronico   Pei, Ptof e Curricolo Verticale
  Esami Trinity - Certificazione Inglese   Dicono di noi...   Avvio Nuovo Anno Scolastico   
Pei, Ptof e Curricolo Verticale

Torna alla pagina precedente

Home Page > Pei, Ptof e Curricolo Verticale > Progetto Educativo di istituto > Metodo educativo

Metodo educativo
liberazione dai condizionamenti

Se la carità forma il rapporto interpersonale, il dialogo è la modalità per eccellenza in cui esso si esprime.

Sulla linea della maieutica socratica e del personalismo cristiano, secondo noi, l’educatore deve aiutare l’educando a scoprire il senso di sé: lo specifico della propria identità.

Educare è promuovere la graduale liberazione dai condizionamenti, che soprattutto oggi incombono su piccoli e grandi, e porre la condizione per la realizzazione di un umanesimo che vede "salvati" tutti i valori umani.

 

I SOGGETTI DELL’EDUCAZIONE

Lo specifico di questa scuola cattolica è il riferimento esplicito e comunitario a Gesù Cristo: la sua presenza nella storia fonda la speranza e dà senso e consistenza alle opere umane.

La convergenza di intenti, inoltre, di quanti operano nella scuola cattolica, rafforza l’opera educativa perché il valore, condiviso, diventa più valido ed efficace.

Soggetti di educazione nella grande comunità educativa sono:

La Comunità Religiosa: alle Suore – anche e specificamente nell’ambiente della scuola – spetta il compito di trasmettere il Carisma della Riparazione e di assicurare la fedeltà alla tradizione educativa dell’Istituto secondo l’originalità dell’esperienza spirituale e pedagogica di esso.

Accanto e insieme a loro operano gli insegnanti laici. Fin dall’apertura delle loro scuole, le Suore della Riparazione si sono avvalse largamente della collaborazione dei laici nell’opera educativa, mantenendo per sé la responsabilità della direzione e dell’animazione religiosa. Gli insegnanti laici, cui l’Istituto conferisce l’incarico di insegnamento, sono – e sempre più devono sentirsi in realtà - espressione viva di comunità ecclesiale, la quale svolge la propria missione evangelizzatrice anche attraverso la scuola cattolica.

Se è vero, infatti che essa, in via prioritaria, "si propone come risposta alla legittima richiesta delle famiglie credenti di avere luoghi educativi coerenti con la loro scelta di "fede", oggi in particolare "assume un compito di annuncio, in una realtà e in una cultura dove il messaggio dell’evangelo rischia di diventare spesso opaco e marginale.

In una società "priva di padri" l’educatore cristiano è l’adulto che, avendo a cuore la propria vita, ne ha cercato il senso e, trovatolo, umilmente e appassionatamente, pone la propria umanità in cammino come riferimento al giovane perché gli sia occasione per la stessa scoperta e la stessa gioia.

La sua preoccupazione fondamentale è da un lato il "come essere" per fare scuola, nella consapevolezza che è la dipendenza del valore che gli dà autorevolezza e dall’altro che una adeguata professionalità diventa garanzia per il conseguimento delle attese finalità educative.

I "figli del benessere" non sono meno poveri dei "figli della fame": con fermezza, pazienza e dolcezza l’Insegnante mirerà al recupero della loro umanità intera, farà attenzione ai caratteri difficili e si preoccuperà particolarmente della riuscita scolastica dei soggetti più deboli, godendo di più per essa che non per il successo dei soggetti più fortunati per doti di natura.

I genitori. Coinvolgimento personale, condivisione delle finalità educative e collaborazione attiva si chiede ai genitori che scelgono la nostra scuola cattolica, nella quale essi rimangono sempre i primi responsabili dell’educazione dei figli, rifiutando ogni tentazione di delega educativa.

Inoltre i genitori "sono tenuti alla collaborazione attiva e ciò richiede che da una parte aiutino lo sforzo educativo compiuto dalla Scuola Cattolica e dall’altra vigilino, attraverso i diversi mezzi offerti dalle strutture di partecipazione, perché essa sia fedele ai principi educativi cristiani".

Gli alunni. Sono i "protagonisti" primari del cammino culturale e formativo proposto nella scuola cattolica. Il loro cammino non sarà solo quello dell’alfabetizzazione culturale, ma anche la graduale maturazione di un’esperienza personale e relazionale autentica, sensibile e aperta ad una sempre più consapevole e responsabile accoglienza del messaggio di fede.


  Come raggiungerci  | Direzione e Segreteria  | Vieni a conoscerci...  | Le nostre Scuole  | Info per i Genitori  | Festa dell'Immacolata  | Privacy D. Lgs. 196/2003  | Link Utili  | Registro elettronico  | Pei, Ptof e Curricolo Verticale  | Esami Trinity - Certificazione Inglese  | Dicono di noi...  | Avvio Nuovo Anno Scolastico   
 
cerca:
Istituto Comprensivo Paritario Maria Immacolata
Sezione Primavera - Scuola dell'Infanzia
Scuola Primaria - Scuola Secondaria di I Grado
- Via Zappellini, 14 - 21052 Busto Arsizio (VA ) - Tel. 0331.632117 - Tel.-Fax 0331.673217 - P.I. e C.F.03308620156 -

Sito ufficiale Ist. Compr. Maria Immacolata - Ver. 1.0 - Copyright © 2019 Istituto Comprensivo Paritario Maria Immacolata - Powered by Soluzione-web